Itinerario n░4: Artic (Frabosa Soprana)

Torna indietro

Partenza itinerario:Frabosa Soprana (Val Maudagna - Cuneo)
Dislivello: 700 m
Sviluppo: 30 km
DifficoltÓ: Impegnativo, con alcuni passaggi difficili in discesa
Cartografia: Cartina dei sentieri di Frabosa Soprana, 1:17.700 - Pro Loco Frabosa Soprana
Accesso: In auto da Cuneo o Mondový raggiungere Villanova Mondový e seguire le indicazioni per Frabosa Soprana.
Bibliografia: Cartina dei sentieri di Frabosa Soprana, 1:17.700 - Pro Loco Frabosa Soprana
Descrizione:

Dal centro di Frabosa Soprana raggiunta la caserma dei Carabinieri,  si prosegue in salita, e passato il tunnel degli skilift, si raggiunge la borgata Lanza Villa e la frazione Tomenotti. 
La strada asfaltata continua fino a Punta Croce (1091 m), zona panoramica adatta a una sosta. Proseguendo sulla sterrata principale, senza deviazioni, la salita continua passando un ponticello, attraversando le piste da sci di Monte Malanotte, toccando le case di Tetti Lorgane (1235 m), per arrivare alla Colla del Prel (1615 m, fontana sul piazzale degli impianti di Prato Nevoso ).
Il percorso continua a sinistra, dapprima in discesa sulla sterrata che si snoda sui fianchi della Cima Ciuiera, di Punta del Vallon, e poi in salita attraversando la bella abetina del Monte Merdenzone, fino a Stalle la Penna (1530 m).
Si scende un breve tratto su strada asfaltata e al tornante si imbocca una debole traccia sulla sinistra (attenzione!) fino a un gruppo di case e si scende al centro della valletta sottostante. Qui si prende il sentiero che entra nel bosco sul fianco destro della montagna e scende dolcemente poco sotto lo spartiacque della Valle Corsaglia.
Ad un certo punto il sentiero si biforca: il tratto in salita porta a Colla di Mora, quello in discesa continua , sempre molto tecnico, e, superato un punto dove la traccia si perde per un poco, conduce alle caratteristiche case abbandonate di Artic (1032 m). Attraversato un pendio a mezza costa si devia a sinistra (attenzione!) e si segue il crinale dello spartiacque, superati i ruderi dei Rolfi, fino all'inizio di una ripida discesa che conduce in prossimitÓ della chiesa di Corsaglia (700 m). Si prosegue lungo la strada asfaltata sulla sinistra orografica del torrente Corsaglia fino al primo tornante della provinciale per Frabosa Soprana. Qui si imbocca la sterrata che sale  fino a PartiarÚ (820 m) dove si svolta a sinistra e si comincia una faticosa salita che, con alcuni tornanti sale alla borgata Lanza Serra (1022 m.). Si raggiunge la cappella di S. Bartolomeo e si svolta a desta per percorrere la sterrata verso localitÓ Mongrosso e raggiungere Frabosa Soprana.
ATTENZIONE:
In alcuni mesi(soprattutto d'estate) la vegetazione rigogliosa pu˛ causare problemi di percorrenza e orientamento.